L’Inps, con circolare n. 59 del 1° aprile 2016, rende noto che provvederà ad avviare un’attività di periodico controllo a campione, sulla legittima fruizione del bonus occupazionale Garanzia Giovani. Il bonus occupazionale è destinato ai datori di lavoro privati che assumono giovani registrati al “Programma Operativo Nazionale Iniziativa Occupazione Giovani”. Possono registrarsi, al portale del Programma “Garanzia Giovani”, i giovani di età compresa tra i 15 e i 29 anni cosiddetti NEET – Not Education, Employment or Training, cioè non inseriti in un percorso di studi, non occupati  né inseriti in un percorso di formazione.  L’incentivo spetta per le seguenti tipologie di rapporti: contratto a tempo indeterminato, anche a scopo di somministrazione; contratto a tempo determinato, anche a scopo di somministrazione, la cui durata sia inizialmente prevista per un periodo pari o superiore a sei mesi; contratto di apprendistato professionalizzante o di mestiere, per il quale è riconosciuto l’importo previsto per il rapporto a tempo indeterminato; trasformazione a tempo indeterminato di precedente rapporto a termine. Ai datori di lavoro che assumono con una delle sopra elencate tipologie contrattuali un giovane registrato al “Programma Operativo Nazionale Iniziativa Occupazione Giovani” viene riconosciuto un incentivo di tipo economico, il cui valore varia da un minimo di 1500 euro ad un massimo di 6000 euro, in base alla tipologia contrattuale attivata ed alla classe di profilazione attribuita al giovane.

Decreto Direttoriale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – Direzione Generale per le politiche attive, i servizi per il lavoro e la formazione – riguardante il bonus occupazionale previsto dal Programma “Garanzia Giovani”. Avvio attività di controllo da parte delle Sedi. Indicazioni.