L’Inps, con circolare n. 149 del 12 agosto 2015, fornisce chiarimenti relativamente alla disciplina del lavoro accessorio. In particolare, viene evidenziato che:  il limite del compenso per la prestazione di lavoro accessorio è pari a 7.000 euro (lordo 9.333 euro) nel corso dell’anno civile (1 gennaio -31 dicembre). Rimane fissato il limite di 2.020 euro (lordo 2.693 euro) per le prestazioni rese nei confronti del singolo imprenditore o professionisti; modalità di acquisto esclusivamente con modalità telematiche attraverso la procedura telematica Inps, Tabaccai che aderiscono alla convenzione INPS–FIT e tramite servizio internet Banking Intesa Sanpaolo o Banche Popolari abilitate.